NIENTE SOLDI AI PARTITI


/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:””;
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

NIENTE SOLDI AI PARTITI 10 aprile 2012

Di Fernando Cannizzaro

Dopo lo scandalo nell’utilizzo dei fondi pubblici della Lega e dell’ex Margherita, ALFANO, BERSANI E CASINI sono già all’opera per fare urgentemente una nuova legge sul finanziamento pubblico ai partiti. VERGOGNA! VERGOGNA! E ANCORA, VERGOGNA! Sicuramente questa iniziativa si ritorcerà come un “Boomerang” sulle loro teste in termini di voti e di credibilità. Al popolo Italiano non farà certo piacere in un momento di come quello attuale di “ chiari di luna” reperire e utilizzare danaro  per finanziare i partiti politici che lo utilizzano anche per scopi personali. (Vedi processi in atto con ammissione di colpe)  I rimborsi elettorali vanno completamente “ELIMINATI” Il Popolo Italiano si è già espresso con un Referendum abrogativo nel lontano 1993, al quale Referendum non è stato dato alcun seguito se non alzando l’ingegno dei soliti “furbetti di quartiere” che hanno introdotto i cd. “RIMBORSI ELETTORALI” per eludere il Referendum che ha avuto, oltretutto, un larghissimo consenso. Ma di questo gli attuali Politici se ne “FREGANO” I rimborsi elettorali si sono rivelati una grossa fonte di guai  nel mondo della politica e dell’imprenditoria sia in passato (vedi Tangentopoli 1992) che a tutt’oggi (vedi il caso Lusi e Lega) Non si riesce a capire in base a quale disposizione di legge ed a che titolo  il popolo Italiano debba sostenere e pagare di tasca propria i Partiti politici . I Deputati ed i Senatori guadagnano  bei soldini per farsi una campagna elettorale più che decente. Prendano esempio dal “Movimento a 5 stelle ” di Beppe Grillo che senza rimborsi elettorali è riuscito a far eleggere in molti comuni i propri iscritti. Si dice che se i rimborsi elettorali non vengono disciplinati con una nuova  legge si ritornerà come a Tangentopoli e, cioè, i soldi potrebbero essere  elargiti da “Imprenditori disonesti” in modo illecito per ottenere favori dalla politica. Questa è una osservazione scheletrica e superficiale.. Se gli Imprenditori vogliono imboccare la via del finanziamento illecito che si accomodino pure. Tutto, ovviamente, a loro rischio e pericolo. Su questa partita dei rimborsi elettorali  possiamo anticipare in anteprima che ci sarà una lunga battaglia se dovesse tornare in Parlamento una legge che ne legittimi il rimborso.  Non siamo più disposti a farci prendere per i fondelli dai politici nell’utilizzo di soldi pubblici.Questo sito rimarrà disponibile per ogni eventuale pubblicazione di articoli su questo tema. Un plauso ai Radicali, Di Pietro e Grillo che sostengono l’eliminazione del finanziamento pubblico ai partiti. ITALIANI! FATE SENTIRE ANCORA LA VOSTRA VOCE: NIENTE SOLDI AI PARTITI.

Annunci


Categorie:Esclusivi, Primo piano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: